Emilio Terenzi si racconta

“Avevo appena 16 anni e già facevo indiavolare gli agricoltori più anziani quando con una lunga canna indicavo a tutti dove effettuare i tagli giusti sulle piante di olivo da potare. Con me c'erano i professori Bruschi e Grifoni dell'Università degli Studi di Firenze impegnati in una serie di analisi e di osservazioni sul campo. Loro si fidavano di me e i risultati che ottennero sono ancora oggi - a distanza di oltre 60 anni - oggetto di approfondimento e di applicazione pratica da parte di aziende sempre più numerose, con ottimi risultati”.

Emilio Terenzi, imprenditore e soprattutto “innovatore” per vocazione, ha dedicato una vita intera alla ricerca di nuove soluzioni sia nel settore dell'elettromeccanica che in ambito agricolo, molte delle quali certificate a livello scientifico e sperimentate con successo da molte aziende. Ora, da appassionato prima che da esperto, affida qualche segreto a chi ha deciso di mettere a reddito un oliveto, grande o piccolo che sia, indipendentemente dall'ubicazione e dalle zone climatiche.


IL CASTIGLIONCHIO E. TERENZI & C. s.a.s.

IL CASTEGLIONCHIO di E.Terenzi & C. nasce e si sviluppa dall’esperienza maturata dal suo titolare nell’ambito della raccolta meccanizzata delle olive. Questa tecnologia viene poi impiegata con successo anche per la raccolta di noci, mandorle e a tutti i frutti pendenti (es. agrumi, ciliegie, susine, albicocche, mele ecc.).
Le competenze alle conoscenze in materia di costruzioni meccaniche e di oleodinamica, hanno dato vita a dispositivi con testata vibrante che montati su mini escavatore da 15 quintali e implementata successivamente all’ombrello per la raccolta dei frutti permettono una facile movimentazione anche in luoghi difficili come i terrazzamenti della Liguria.
 I dispositivi progettati sono frutto di due sistemi brevettati, brevetto n. 0001403075 e n. 0001402490. 
AT/5 è ultima macchina progettata e ha dimensioni e peso ridotto, solo 57 kg.